anno all'estero in famiglia come funziona, esperienze e consigli

com’è vivere per un anno all’estero in famiglia: esperienze e consigli

Vivere per un anno all’estero da studente exchange è un’esperienza molto comune agli studenti delle scuole superiori italiane.

Grazie alle normative Miur infatti è possibile trascorrere all’estero un intero anno di scuola superiore, oppure un semestre o trimestre di high school e rientrare in Italia senza perdere l’anno. L’anno scolastico frequentato all’estero è riconosciuto dal Miur.

Tra le possibilità di alloggio durante l’anno scolastico all’estero, la più comune è l’alloggio in famiglia ospitante, e abbiamo già visto come funziona, come viene selezionata la famiglia e il tipo di supporto all’estero per i nostri studenti exchange.

Vediamo adesso più in concreto alcune informazioni e consigli per rendere l’esperienza di anno all’estero in famiglia positiva e indimenticabile.

Durante l’anno all’estero in famiglia che tipo di camera hanno gli studenti exchange?

Il tipo di camera in famiglia ospitante che ti verrà assegnata può essere singola o condivisa (con studenti o figli dello stesso sesso) secondo disponibilità, e solitamente il bagno è in comune con il resto della famiglia.

Qual è la distanza tra la scuola superiore e la casa della famiglia ospitante?

Le scuole superiori all’estero a cui iscriviamo gli studenti exchange sono a distanza variabile dalle famiglie ospitanti, ma in ogni caso ragionevole.

Durante il tuo anno o semestre scolastico all’estero dovrai probabilmente usare i mezzi pubblici locali per gli spostamenti scuola-famiglia, per circa 30-45 minuti in media di spostamento.

Il tempo e la distanza sono variabili secondo la località e il Paese di destinazione: le grandi metropoli possono comportare distanze maggiori.

A volte la famiglia ospitante può essere raggiungibile dalla high school anche a piedi o in bici, mentre altre volte le famiglie si impegnano ad accompagnare gli studenti a scuola o è disponibile un bus scolastico.

E’ in ogni caso più probabile che vadano usati i mezzi pubblici.

Che regole devo seguire durante l’anno all’estero in famiglia? Posso uscire la sera?

Durante il tuo quarto anno di high school all’estero, sei affidato alla famiglia ospitante anche legalmente, in quanto i tuoi host parents faranno le veci dei tuoi genitori.

Questo è normale, in quanto, ospitandoti, potrebbero aver bisogno di parlare con i tuoi insegnanti o con il medico, chiamare l’assicurazione, aiutarti in qualche pratica burocratica e così via.

Le regole di convivenza in famiglia non sono fisse: esse sono stabilite non solo dal regolamento di ogni programma all’estero (niente alcolici, niente droghe, frequenza a scuola obbligatoria etc).

Le regole in famiglia sono stabilite anche dal buon senso e dalle abitudini familiari di chi ti ospiterà, nonchè dal rapporto di fiducia che saprai instaurare con le persone che ti ospitano, mostrandoti maturo e affidabile.

Ovviamente, durante il tuo anno all’estero potrai partecipare a sport, attività, uscite con gli amici, visitare posti nuovi.

L’importante è che dovrai rispettare le regole di rientro e uscita che gli host parents ti daranno, andare a scuola regolarmente e studiare, e chiedere il permesso per invitare amici a casa.

Ogni programma ha regole specifiche per i viaggi autonomi e i permessi necessari per parteciparvi, che ti verranno indicate in sede di colloquio di selezione, per tua sicurezza e la tranquillità dei tuoi genitori.

Ci sono animali domestici in casa? E se sono allergico?

La presenza di animali domestici nelle case delle famiglie ospitanti è frequente, perchè spesso le case si trovano in quartieri residenziali e hanno il giardino.

Tuttavia, se soffri di allergie agli animali, puoi indicarlo nel modulo di iscrizione così sarai sicuro di non avere una famiglia ospitante  con animali in casa.

Posso scegliere io la famiglia ospitante per l’anno all’estero?

Non è possibile scegliere la famiglia ospitante all’estero. Questo perchè la scelta di un nucleo famigliare e persone, sulla base di un semplice profilo scritto e di una scheda anagrafica, non garantirebbe in ogni caso l’ottimo abbinamento e compatibilità studente exchange-famiglia.

Sono i referenti locali ad effettuare l’abbinamento studente-famiglia.

Come scritto sopra, è possibile scegliere famiglie senza animali domestici se soffri di allergie, ma non è possibile fare richieste sulla composizione familiare, presenza di figli o altri studenti, distanza da scuola, lavoro svolto dagli host parents, hobbies, interessi e così via.

Quella che ti appresti a svolgere è una meravigliosa esperienza di conoscenza reciproca e di apertura mentale.

Il Paese che ti ospiterà potrebbe non essere come te lo immagini, potrebbe essere migliore, o semplicemente diverso e così anche tu, tornando in Italia, potresti essere una persona diversa da prima.

Posso partire con un amico e andare nella stessa famigila ospitante?

No, non è possibile soggiornare nella stessa famiglia con un tuo amico, compagno di scuola o fratello/sorella.

Potrai, se le condizioni del programma lo consentono, scegliere la stessa scuola superiore all’estero, e se la scuola ammetterà entrambi, potrai frequentarla insieme ad un coetaneo che conosci già.

Non potrai però vivere nella stessa famiglia, nè possiamo garantirti la vicinanza tra le case delle due famiglie ospitanti.

L’esperienza di un anno scolastico all’estero è pensata per essere una fantastica full immersion individuale all’estero  di lingua e cultura, che ti permetta di vivere all’estero, parlare la lingua del posto, metterti in gioco e alla prova, crescere e conoscere persone nuove. Non puoi perderti tutto questo!

Farò viaggi o attività nel fine settimana con la famiglia ospitante?

Le famiglie ospitanti che accolgono gli exchange students per un trimestre, semestre o anno scolastico decidono di mettere a disposizione degli studenti internazionali la propria casa e il proprio tempo, sempre nel rispetto degli impegni che hanno già nella loro vita quotidiana.

L’esperienza di scambio culturale funziona bene infatti se entrambe le parti sono disponibili a venirsi incontro.

Questo vuol dire che non è solo la famiglia a doverti offrire occasioni di fare attività divertenti insieme, ma che anche lo studente deve proporre occasioni di passare del tempo insieme, senza per questo invadere troppo il tempo e le abitudini quotidiane di chi lo ospita.

I componenti della famiglia di solito hanno una loro quotidianità, fatta di lavoro, scuola, impegni del tempo libero, e sono lieti di coinvolgere gli studenti ospitati.

Al tempo stesso però, le famiglie ospitanti non sono “intrattenitori” di professione.

Non è ragionevole aspettarsi che dedichino ogni momento libero a far divertire gli studenti ospitati, a fare gite fuori porta ogni weekend o andare a cena fuori ogni sera.

D’altra parte, data l’età adolescenziale, nemmeno i tuoi genitori naturali hanno sempre interessi o hobby in comune con te, eppure la convivenza familiare funziona ugualmente!

L’esperienza in famiglia quindi ha una quotidianità che varia secondo il Paese, la località, il periodo dell’anno, il carattere, la mentalità e gli interessi di studenti e famiglie coinvolte. La regola fondamentale è che non bisogna aspettarsi tutto senza dare niente in cambio.

Come fare per vivere un’esperienza di anno all’estero in famiglia positiva e indimenticabile?

Per poter far funzionare l’esperienza all’estero occorre la tua collaborazione!

Per esempio ecco alcuni consigli utili per te che stai per diventare exchange student:

  • aiutare nelle faccende domestiche in casa della famiglia ospitante, almeno per la parte che riguarda la tua camera e i pasti
  • rispettare gli orari di rientro e andare sempre a scuola, a meno che tu non stia male
  • aiutare la famiglia ad apparecchiare, sparecchiare e a preparare i pasti
  • proporre attività da fare insieme e offrirsi di passare del tempo insieme alla famiglia ospitante o alla persona con cui ti senti più a tuo agio
  • essere educati e gentili e chiedere le cose con il sorriso e per favore

Queste sono  le regole di base di ogni esperienza all’estero a casa di altre persone e sono la chiave per far funzionare bene il tuo anno scolastico o semestre all’estero.

L’esperienza di exchange student per il quarto anno all’estero ha il vantaggio di farti crescere, e metterti in gioco anche cambiando le tue usuali abitudini quotidiane.

Alcunui studenti in Italia vanno a scuola a piedi, ma vivendo all’estero imparano a organizzare il proprio tempo in modo da prendere il bus e arrivare ugualmente in orario a scuola, per esempio. Oppure possono provare, durante l’anno all’estero, nuovi hobby e attività insieme ai compagni di scuola o alla famiglia ospitante.

Vivere questa esperienza di studio all’estero è una grande occasione per metterti alla prova in situazioni nuove. Non farti scoraggiare dal cambiamento di abitudini! Il mondo ti aspetta!

Ti ricordiamo che se vuoi partecipare ad un anno all’estero o ad un semestre o trimestre, puoi scegliere tra Francia, Spagna, Germania, Irlanda, Regno Unito, Stati Uniti, Canada e Australia. I posti sono limitati e bisogna superare la selezione.

Se sei interessato contattaci adesso, siamo a tua disposizione per informazioni sull’anno all’estero in famiglia e per un colloquio informativo gratuito anche su skype.